Per noi tradizionalisti leggere le parole “caffè mischiato con il burro” potrebbe suonare come una blasfemia. Eppure questa miscela sta diventando di gran moda negli Stati Uniti: un energy drink a quanto pare dai grandi poteri e facilmente fattibile in casa.

Come è iniziata questa strana moda?

L’idea è venuta a Dave Asprey, famoso biohacker che ha speso oltre 300.000 in esperimenti su se stesso per migliorare la sua salute, le sue performance fisiche e mentali e rallentare l’invecchiamento ( e ne ha fatto un business).

Asprey notò in un suo viaggio sull’Himalaya che gli sherpa nepalesi erano soliti bere grandi tazze di tè con burro di yak miscelato ed affrontare così lunghe camminate in montagna, al freddo e senza mangiare per lungo tempo, in condizioni che farebbero svenire qualsiasi Occidentale.

Approfondendo la cosa, scoprì che anche in Etiopia, patria del caffè, alcune popolazioni usavano portarsi per lunghi spostamenti, una pasta formata da caffè e grasso. Insomma, comprese l’esistenza di una relazione tra caffeina e grasso.

Provò a perfezionare la ricetta e dopo molti esperimenti creò il mix che oggi è famoso come Bulletproof Coffee (caffè antiproiettile): 250 ml di caffè,  1-2 cucchiai di burro di qualità e 1-2 cucchiai olio di cocco frullati insieme.

Questo Shake schiumoso e cremoso ha di per sé un buon sapore (per quanto possa sembrare strano) ma è molto importante che non vi si aggiunga nessuno zucchero (al massimo un dolcificante non-glicemico come la stevia).

Cosa Fa?

Bevuto al mattino sostituisce la colazione e permette di rimanere belli svegli ed attivi a lungo senza nessun languorino. Funziona perché caffeina e grassi di qualità mescolati a digiuno settano il corpo in modalità “brucia grassi”. In questo prendiamo energia “pulita” senza utilizzare zuccheri che seppur buoni hanno l’effetto collaterale di darci il classico calo appena vengono metabolizzati.

Il bulletproof coffee quindi va inserito in un protocollo preciso, non funziona se accompagnato da cornetti e brioche, ma può aiutare chi cerca di perdere peso o chi nota diversi momenti di calo durante la mattinata e ha bisogno di dare il massimo.

Per chi volesse provare si consiglia di utilizzare dosi ridotte rispetto alla ricetta “ufficiale“, magari con metà di tutto: l’effetto durerà di meno ma ci si abituerà al nuovo mix evitando effetti collaterali che, soprattutto per chi di solito non beve molto caffè, possono essere fastidi gastrointestinali.

Le fonti devono essere tutti di alta qualità: burro possibilmente bio, olio di cocco extra-vergine bio o il suo estratto chiamato “MTC Oil” (grassi dell’olio di cocco che il corpo utilizza subito come energia).

E il caffè deve essere un buon caffè!

22novembre
2018
  • 29
  • 0

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi